Arthur

Leggerai questo mio articolo come hai sempre fatto?

Lascerai un commento o una faccina sorridente, un tuo mannaggia o  un dippiù?

Mi dicono che non lo farai, che te nei sei andato in silenzio lasciando una famiglia straziata e il mondo dei blogger attonito e a lungo senza una risposta.

… e Sol?

Sol’ piange in silenzio, anzi no rumorosamente, la perdita di un gran buon amico: mi mancheranno i tuoi buoni consigli da fratello maggiore e la tua grassa risata quando ti parlavo in fiorentino.

Quante volte mi hai detto “bisogna vivere l’oggi perché potrebbe non esserci un domani”… ma per chi sopravvive é davvero dura questa vita oggi, oggi che resta solo il silenzio.

Riapro una volta ancora il tuo blog in cerca di qualcosa che mi dia sollievo, una frase che dia un senso a tutto ciò…

IMG_0930

Ironia delle parole… l’avventura continua… buon viaggio Arthur, Ti abbraccio forte, mi mancherai da pazzi.

 

 

Annunci

Informazioni su solindue


4 responses to “Arthur

  • Diemme

    Ho visto che sei passata da me, mi dispiace essere stato il mio blog a darti la notizia (è andata così o ci sei stata ridiretta da altri?). Mi è toccato questo triste incarico di darla a tutto il gruppo che gli era affiatato, i “cuccioli” come ci chiamava lui. Il compito è stato oneroso, siamo tutti frastornati e tutti increduli.

    Si vive, si muore, ma in quella vita qualcosa abbiamo seminato, e quel qualcosa ci sopravviverà per un po’.

    Ci rimane il suo blog, in cui per la verità ci ha detto ben poco di lui, e le mille e-mail private, in cui mi ha raccontato di tutto ciò che amavo.

    Il tempo in cui non ci siamo parlati (e tu certo sai il perché) è tempo che rimpiango di aver perduto. In memoria sua, in onore suo, cercherò di essere un po’ più tollerante e di non permettere più che questioni sciocche mi rubino il tempo prezioso delle persone che ho care.

  • Diemme

    Errata corrige, “tutto cio che amava”.

    Credimi Sol, aspetto ancora che il telefono squilli, che mi racconti che sta facendo i suoi cento passi, o cinquecento, o quelli che erano, e poi di tutti i progetti, che una ne faceva e cento ne pensava.

    Pensiamo di essere eterni, e ancora di più lo pensiamo delle persone che abbiamo accanto. Vorrei dire una di quelle frasi che tanto fanno effetto in questi casi, tipo “non so perché te ne sei andato ma grazie di esserci stato”, oppure citare sant’Agostino, riguardo alle persone che ci hanno lasciato che “guardano coi loro occhi pieni di luce i nostri pieni di lacrime”, ma in realtà ho più voglia di spaccare qualcosa, per poi rimettermi in attesa di quello squillo che non ci sarà più- 😥

    • solindue

      In realtà é stata Ivana a messaggiarmi e a chiedermi se era vero… e io sono caduta dal pero.
      Aveva condiviso un mio filmato il 30 luglio, poi niente.
      Sono venuta a leggere da te in cerca di una conferma, che purtroppo ho trovato.
      Sono svuotata, incredula e con mille domande in testa.

  • spaziocorrente

    Senza parole. Solo un triste e commosso silenzio…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: