Archivi tag: Indignazione

The Truman Show

 

Ultimamente, purtroppo, mi ruzzolano per la testa odiosi pensieri.

Questa mattina mi sono alzata pensando che fra cinque giorni sarà il mio compleanno.

Evviva? Insomma.

In realtà pensavo:  “Caspiterina, solo 46 anni … ti immagini quanti anni ancora dovrò passare a risovere problemi…”

Eh sì perchè sono sempre piena di complicazioni, di giornate incasinate … che fanno acqua da tutte le parti, pavimenti compresi. Ancora.

Ma va tutto bene comunque. Solo che alle 10,48 di questa mattina mi sono fermata a un bancomat per ritirare un po’ di contanti. Nel mio portafoglio funziona così: io ritiro i soldi, li metto nel portafoglio e dopo due giorni  sono finiti. Quindi, in vista del fine settimana, ho recuperato due o tre pezzi da cinquanta.

Normalmente non chiedo la ricevuta per il semplice fatto che riporta il saldo del mio conto, quindi evito dispiaceri inutili … ma tant’è che questa mattina, diversamente dal consueto, ho fatto questa richiesta alla macchinetta della banca.

Il risultato è sopra, debitamente cancellato nelle cifre (la privacy vale anche per me!): e cosa ti leggo?

La sua Banca le porge i più sentiti auguri per il suo compleanno

Cioè, non solo mi ricordi che il mio conto è quasi prosciugato, ma fai anche la spiritosa!

Oh Cielo mi è montato un nervoso peggio fosse panna! Non sopporto più di essere spiata continuamente. Di lasciare segni del mio passaggio tutte le volte che entro in autostrada con il Telepass; di far sapere cosa, dove, quando faccio un acquisto se pago con la Carta; di essere inseguita da tutte le telecamere, comprese quelle di google earth … figuriamoci che non sopporto neanche di essere fotografata … e mi ritrovo addirittura la macchinetta di un bancomat che mi augura Buon Compleanno: con cinque giorni d’anticipo!

Ma questa è la nostra vita o è un reality? 

Truman: Chi sei tu?
Christof: Sono il creatore di uno show televisivo che dà speranza, gioia ed esalta milioni di persone.
Truman: E io chi sono?
Christof: Tu sei la star!
Truman: Non c’era niente di vero?
Christof: Tu eri vero! Per questo era cosi bello guardarti. Ascoltami Truman, là fuori non troverai più verità di quanta non ne esista nel mondo che ho creato per te. Le stesse ipocrisie, gli stessi inganni; ma nel mio mondo tu non hai niente da temere…


 

Annunci