Sarà …

Con l’intenzione di godermi un attimo di pausa mi siedo in un delizioso caffè di Firenze.
Ordino un cappuccino con cacao e decido, soffiando fuori dai miei polmoni i miei pensieri, di rilassarmi.
Sono le 9.30 circa e nel caffè c’è un andirivieni importante di persone. La zona dove è situato il bar è ricca di uffici, banche e studi legali, quindi in giro c’è tanta “bella gente”.
Gli uomini  quasi tutti in giacca e cravatta con soprabiti e sciarpe in tinta, sono ben curati. Capelli a posto e ben sbarbati. Se chiudo gli occhi mi sembra quasi di sentire il miscuglio piacevole dei loro dopobarba. Solo due uomini, su una decina,  indossano giacconi  slargati e consumati nonchè scarpe un po’ sformate tipo Clarks scamosciate di qualche tempo fa. Tutti gli altri sembrano comparse di un film su Wall Street.
Le donne sono ben truccate, anzi se guardo bene le immagino  uscite tutte da poco dal parrucchiere! Molte indossano tacchi alti e calze leggere che lasciano scorgere, in qualche caso, anche caviglie affusolate e gambe toniche.
Entrano ed escono dal caffè in piccoli gruppetti. Chiacchierano fra loro in maniera solare e spesso con molta intesa. In più di un caso mi è sembrato di vedere leggeri ammiccamenti fra i due diversi sessi: sguardi luccicanti, occhiolini  e certamente sempre grandi sorrisi.
L’ambiente è davvero gioioso e piacevole. Racchiude uno squarcio della nostra società assolutamente positivo. Nessuno sguardo che  in quel momento mi circonda può ricollegarsi a un lunedì nero della borsa o a una Messina inondata dall’acqua.
Eppure, mi domando inevitabilmente, come sarà la loro vita privata. Usciti dalla loro giornata di lavoro cosa faranno? Rientreranno in felici famiglie, formate da mogli e mariti splendenti? Abiteranno in deliziosi appartamenti senza perdite d’acqua, con mobili di design? Trascorreranno il prossimo fine settimana fra un aperitivo e una cena nell’ultimo locale alla moda?
Oppure, rientreranno a casa la sera, insoddisfatti della loro  giornata guidata dall’obbligo del  “va tutto bene!”. Stanchi di sorridere e sprizzare di felicità “per dovere”,  s’ infileranno in un paio di ciabatte consunte e, rispondendo a monosillabi al proprio compagno di vita, si piazzeranno davanti al televisore felici di poter vedere il lunedì  il nuovo programma di Fiorello “Il più grande spettacolo dopo il week end”?

Più del 40% di ascolti. 12 milioni di italiani sintonizzati il lunedì su Raiuno mi fa pensare al bisogno di “una scusa istituzionale” per scrollarsi di dosso ogni genere di problema.
Ho visto il programma e adoro Fiorello. Sono una sua “follower” su Twitter e tutte le mattine seguo la sua rassegna stampa.  Lui è senza dubbio un grande. MA il botto di ascolti del suo varietà tutto luci e davvero poca sostanza, mi lascia insoddisfatta e  mi fa riflettere.

Sarà tutt’oro ciò che luccica?

Informazioni su solindue


9 responses to “Sarà …

  • semprevento

    Quando torni , lo fai sempre in grande stile.
    Ciao carissima Sol, mancavi a queste bianche pagine.

    Lo sai anche tu che non è tutt’oro quel che luccica.
    Magari fosse così…Le persone sanno ben nascondere le loro vite private.Guai se si sapesse in giro che la bela giovane dai tacchi alti e le caviglie fini, rientrando, trovasse la casa vuota..è sola..si spoglia e indossa la solita tuta rosa di pile, pantofole in tinta e un cuore silenzioso….cena in silenzio, comprata alla rosticceria sotto casa…accende la tv…e si distrae da se stessa con Fiorello che sprigiona allegria ad ogni sua battuta.
    ..pure lui ha sofferto di depressione….e chi l’avrebbe detto? aveva tutto.
    Evidentemente quel tutto era troppo e non era pronto a tanto sacrificio.
    ma questa è un’altra storia….
    bello il bar, bella Firenze che da di se uno spettacolo incantevole…sereno, ammicchevole, e seducente.
    Svoltando l’angolo, per vie più alla portata…vedi quello che non vorresti vedere mai….e allora hai fatto benissimo a sederti, respirare…e godere del tuo cappuccino….Poi si sa, se sei di pasta buona il pensiero va oltre…molto oltre..e lìcadde l’asino.

    Bentornata Martina.
    un abbraccio.
    vento

  • arthur

    Che strano che sono, io ovviamente, non sono iscritto a Twitter, non sono iscritto a Facebook, seguo poco in questo senso la vita frenetica della rete e gli unici contati li ho giusto con il blog e mi sembra già di far tanto.

    Anch’io guardo Fiorello il lunedì sera, mi diverte, lui è senz’altro molto bravo e poi ha una bella voce, canta bene, è quel che si dice un moderno intrattenitore, da solo riesce a reggere un intero spettacolo, ma il segreto del suo successo sta secondo me nella sua semplicità e noi, stressati, arrabbiati, costretti a sorrisi e ammiccamenti, tutti presi a passare da un telegiornale all’altro per non perdere un attimo di cronaca, quasi fosse indispensabile per la nostra sopravvivenza, abbiamo bisogno di questa semplicità.

    “Sarà tutt’oro ciò che luccica?”

    Non so cosa tu intenda veramente con questa domanda, per quanto mi riguarda, ho l’impressione che oggi tutto ciò che luccica è sempre meno abbagliante di un tempo.

    Sarà forse perché ci siamo finalmente svegliati da un lungo letargo?

    Ps: il nome di quel caffè?

    • solindue

      Dovresti iscriverti su Twitter. Non ha assolutamente niente a che vedere con FB.
      E’ solo un modo per essere aggiornato, magari in tempo reale, su ciò che ti interessa.

      Caffè Piansa.

  • Giulio GMDB©

    Sarà che qua a Trieste c’è poca gioventù, c’è poco lavoro e tanti vecchi pensionati, ma bar da “pubblicità” come quello che hai visto tu, io qui non ne vedo…
    Ah, e da buon Bastian contrario, non ho neanche guardato Fiorello (e neppure lo seguo su twitter)🙂

  • solindue

    Che dire … forse Firenze vive di turisti/studenti ed è piena di gioventù (più o meno bruciata). In ogni dove si apre un caffè alla moda o un ristorante giapponese; da domani sarà attiva la nuovissima mega Palestra Virgin (la seconda in città) con super luccicante party inaugurale … qui è tutto un gran luccichio pubblicitario!!

  • arthur

    Firenze è Firenze, bella anche per tutto ciò che fa da corollario. E poi ci sono ancora i negozietti dove vendono la pizza al trancio, magari con la salsiccia, gli stessi di quando vivevo lì da studente… uhmmm, evvabè, ho capito, li gestiscono i figli…🙂

    E a proposito di luccichii, potresti mettere degli schermi ai parafanghi della tua bicicletta che sbirluccicano troppo? O sei tu che sbirluccichi?🙂

  • solindue

    😆 La mia bicicletta ha perso da tempo i suoi parafanghi! temo di essere io davvero a sbrilluccicare!!😆

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: