La MIA opportunità

 

Sarò breve e verrò subito al sodo.

Io son stufa del “Carpe diem”! Del dover vivere alla giornata; del dovermi gustare di ciò che il giorno mi offre; di fare il pesciolino rosso in una boccia.

Non voglio più star ferma ad aspettare tutte quelle piccole cose che la vita forse potrebbe  regalarmi dall’alba  al tramonto.

Sono stanca di dovermi accontentare di scendere la mattina a comprare il pane da quello squallido fornaio sotto casa, o di  far finta di apprezzare il caffè bruciato del bar all’angolo.

Vivere rintanati nell’oggi e in tutte le sue  “piccole cose”,  è solo un modo per sfuggire alla vita. Se il fuori ci spaventa allora restiamo fermi sotto il nostro piccolo cielo e continuiamo a ripeterci che “va tutto bene”.

Il mio essere sempre pronta a un sorriso, ad ascoltare gli altri, a preoccuparmi degli altri, a volergli capire, comprendere e scusare per i loro sbagli, è solo un modo per non occuparmi di me stessa, è un non voler riflettere sulle mie imperfezioni, un tentare di sfuggire dai miei errori e dai miei problemi.

E’ troppo tempo che ho la schiena spezzata a forza di  seminare un misero orticello, di coltivare insalata che mangeranno le lumache, di concimare albicocche che vengono poi addentate da sciami di moscondori.

Non era oggi che volevate concedermi la mia opportunità?

Chiedo venia, ma non importa io la MIA opportunità me la prendo… e al diavolo Orazio:  voi cogliete pure l’attimo, io colgo il MIO FUTURO!

Informazioni su solindue


19 responses to “La MIA opportunità

  • semprevento

    …questo è un bel post…
    Che dirti?
    …posso dirti la mia?
    io di attimi non ne ho mai colti..cioè
    ne colsi solo uno… suggerito da mia figlia.
    Non mi sono mai pentita.
    Riguardo al futuro, mia cara Sol…
    credo di aver perso il treno…
    Quindi posso dirti che se hai la voglia e anche un pò di sana rabbia, corri , corri forte e raggiungi quello che desideri.

    Buon week end
    …se cogli il tuo futuro
    son certa che stai cogliendo anche un fiorellino.

    vento

  • Flavia Altomonte

    Sol’,
    hai proprio ragione, vivere condizionati col carpe diem è una brutta malattia, e vivere aspettando è l’ennesima conseguenza del carpe diem, perché metti caso che il diem non arriva, ti resta una carpa. E oggi ti ciberai solo di quella piccola carpa fino a quando alla prossima pesca ti capiterà una carpa più grossa. Ma se non peschi ogni giorno, non puoi mai sperare di cogliere la carpa più grossa. Se non che tu hai fortuna! E questo è un altro capitolo.

    Adesso scappo, vado a pescare carpe!

  • Roberta

    io non so cosa stai passando esattamente ma….
    bello sfogo!
    ogni tanto ci vuole…🙂

  • ilgattosyl

    Non sono molto d’accordo cara Sol con la tua interpretazione del CARPE DIEM.
    PEr me è solo vivere il presente, quale esso sia, senza sacrificarlo in favore di un domani che sarà incerto.
    Fai benissimo ad ambire ad un futuro che ti meriti, ma non farlo sacrificandoti il presente.
    Mi viene in mente sempre un mio amico che lavora come un matto, fa i doppi turni, non fa le ferie….per poter guadagnare ed avere una casa più grande. Quando sarà vecchio l’avrà anche…ma rischia di godersela da solo.
    un abbraccio
    Syl

  • Vαlentinα

    Cogliere l’attimo è una bella cosa, ma solo per quelle cose che ti giungono improvvise ed inaspettate. Non può essere preso come filosofia di vita, perchè altrimenti si va totalmente allo sbando!

  • Luisa

    Che dire…io posso solo vivere il presente, grandi futuri non me li immagino, quindi…sul futuro non hai potere, puoi solo agire sul presente…non guardare troppo al passato se non per un’esamina sincera delle tue azioni, per capire i reali “perchè”. Se semini bene, potrai goderne i frutti,ma questo lo saprai solo dopo non mentre lo stai facendo…(giuro, non ho mangiato pesante).
    Se posso permettermi, prova a leggere il libro “Donne che amano troppo” o quello che ho letto io “Lettere di donne che amano troppo”…aiuta a guardarsi dentro a forza di pugni nello stomaco, fa male, ma se si riesce a metabolizzarlo, torna utile.

  • semprevento

    Mi permetto: quel libro Donne che amano troppo l’ho letto anch’io.
    é vero che è un picchio nello stomaco.
    Amare assume sempre un aspetto di rinuncia, vuoi per il marito, per i figli , per i genitori, rinunci sempre ad una parte di te per far felice qualcuno.
    ma non è mai il contrario? Qualcuno che rinuncia per amor nostro?
    Che cosa si chiede di così enorme, tanto da dover ogni volta chiudere quel desiderio in un cassetto per non riaprirlo più?
    Vivere include un grande coraggio…un confronto continuo con quella che è chiamata Libertà…e si sa che questa parola è strettamente legata al rispetto.
    Io ho una visione tutta mia della rinuncia, ma credo che alla fine sia una visione uguale a tutte quelle persone che hanno rinunciato ai loro sogni.
    E miei di sogni erano piuttosto umili…niente di eccezionale …desideravo tanto frequentare un corso di pittura…e avremmo anche potuto permettercelo …
    ma includeva almeno due sere fuori casa per un paio d’ore…bastava un pò di collaborazione,Sara aveva 6 anni, non avrebbe risentto della mia assenza…ed io sarei stata entusiasta del mio sogno che si realizzava…ma non è andata così.
    Oggi il corso non è più alla mia portata…e questo
    non è un dolore…ma diventa un rimpianto.
    L’uomo a volte usa parole a doppio tagliuo, tesse la sua trappola ed io ci son caduta. Mea culpa.
    Poi ne susseguono altre di rinuncie…e tutto diventa all’insegna della famiglia, per il bene dei figli, per non mettersi troppi grilli nella testa.
    E te ci credi e pensi che sei sbagliata. Egoista.

    che tristezza guardarsi dentro e scoprire che hai tanto da fare e da dare e non poter far niente.
    Vorresti abbracciare il mondo e metti le mani in tasca
    tiri su le spalle e dici : pazienza..magari in un latra vita, chissà.

    Non c’è egoismo, non c’è nesun sentimento esclusivo,
    un primeggiare su qualcuno o qualcosa…tutto ha un immenso valore quando ci concediamo a noi stessi.
    Tanto tempo fa una signora mi disse…se lei non è serena non sarà sereno nessuno accanto a lei…perchè la sua infelicità causerà l’infelicità altrui.
    Bella roba, mi dissi…da una parte aveva ragione ma dall’altra…avrei voluto risponderele che non capiva nulla…ma era una psicologa ed io una semplice lavandaia… Ma sapevo che con me la vita aveva giocato peso…e come potevo essere io la protagonista se chi mi stava vicino non vedeva il mio malessere? ma anzi lo discriminava facendomi sentire inadeguata?

    Cara sol,
    scusaquesta parentesi così personale…
    ogni tanto il mio scrigno si apre…
    Non so quanto possa ssere utile la mia vita qui, anzi diciamo che non lo è affatto…
    Ho solo voluto dirti di quanta ammirazione provo per una donna (e tute le donne) che combatte contro certi concetti cosi detti “alti”, ma che in realtà sono soltanto trappole
    per tenerci relegate.

    vento

    ……

  • Farnocchia

    Tira fuori i denti e prenditi la tua occasione!!! 😉

  • arthur

    Evviva!!!

    Si respira aria di cambiamenti, ma ammettiamolo, non è poi tanto malaccio vivere ogni tanto di Carpe Diem, non credi?

    Evvabè, adesso chi ti fa più cambiare idea.😉

    Ciao Socina Bella, buona serata.

  • carlotta

    Le tue parole ed il post mi hanno ricordato inconsapevolmente la bellissima canzone della Pausini
    [http://www.youtube.com/watch?v=VVmejeTwCDg]
    dove alla fine lei si decide a fare una scelta, dolorosa,
    ma pur sempre una scelta che pone fine alla sua angustia.
    Fai bene a scegliere anche tu, Sol. L’inazione e l’attesa logorano.
    Un bacio

  • spaziocorrente

    Non ne vedo la differenza ma se questo ti fa stare bene, ben venga! Del resto il futuro è in breve tempo l’oggi, che tu lo viva o no!
    Ciao

  • semprevento

    …passo per un saluto…
    e anche qualcos’altro…
    ciao bella.🙂

  • zebachetti

    la forza di credere in qualcosa d’ importante , questo è quello che traggo dal tuo post tramonti e albe avranno spazio in futuro magari quello che cerchi quello che insegui e sogni buona fortuna nazzareno

  • Fabio

    Hai ragione, Sol. Bisogna imparare a guardar lontano… è l’unico modo per cercare di costruire qualcosa, per voltar veramente pagina. Un salutone, Fabio

  • alanford50

    Chissà perché e come mai chi è fermo ad aspettare che si compia il proprio destino si lamenta, proprio come fa chi invece corre incontro al proprio destino convinto di poterlo modificare e plasmare al proprio bisogno e desiderio, secondo me e la mia millenaria esperienza entrambe le situazioni non sono quelle ottimali anche se entrambe lo possono diventare, dipende unicamente dalla capacità intrinseca di accettarne coscientemente una, altrimenti in entrambe i casi è solo sofferenza.
    Ciaooo neh!

  • Franz

    Ti dirò una cosa forse un po’ antipatica, ma la tua appassionata requisitoria mi pare che denoti un amor proprio che, per la sua impetuosità, sembra essere la vera causa del tuo disagio di fronte all’attimo fuggente.
    Neanche a me piace molto la massima oraziana, ma per un motivo del tutto opposto, cioè per la prospettiva comunque possessiva che appare indicarci.
    Su un fogliettino volante lessi invece una frase di saggezza orientale, che mi convinse molto di più, e che diceva all’incirca così:
    “Dona tutto te stesso all’attimo fuggente, se vuoi ricevere copiosi doni dal futuro.”
    Mi sembra molto più profonda, saggia e convincente.

    Perdonami l’invadenza, ciao Sol, un abbraccio.

  • semprevento

    Ciao bella combattente!!!
    …mi auguro che soffi vento di vittoria….
    uh…ci terrei molto!
    spero di leggerti….
    un baciotto bimba bella!
    vento……….di ritorno.

  • semprevento

    🙂 ti voglion tutti grassottella…ma te un ci fa caso e tira dritto!!!
    …senti, al massimo se vuoi facciamo 10.000 passi insieme caminando tranquille….perchè se si ponZa un va bene….fa male al cuore….quindi con tutta calma verso le 22 ci troviamo sotto casa e ….a quell’ora le strade son libere…se vuoi fare una corsetta io t’aspetto al palo.

    uhm…son pigra.
    buona giornata…che si avvia alla serata.
    vento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: