Chiedimi scusa

Immagino che la colpa sia solo di noi genitori, di noi adulti, che non siamo capaci di insegnare ai bambini, ai figli, il valore di una vita.

E allora ce li ritroviamo da grandi  lì,  seduti a cavalcioni su uno spalto di uno stadio, gli occhi iniettati di rabbia, a lanciare razzi e a tagliare reti con delle tronchesine.

Ce li incontriamo in metropolitana che ammazzano per un biglietto; o lungo una strada li incontra un tassista sbadato, o forse stanco, o magari solo sfortunato. Forse quel giorno la vita di un cagnolino non era bastata e quindi proviamo a portar via anche quella di un uomo.

Si piange di felicità nel vedere il primo minatore peruviano riaffiorare in superficie dopo più di due mesi. I nostri occhi incrociano quelli dei figli delle mogli e poi ci dimenticheremo. Cosa sarà di quegli uomini lacerati dentro, che vivranno di incubi per l’isolamento subito.  Chi penserà a loro una volta spenti i riflettori.

Forse non dovremmo neanche insegnare il valore di una vita umana. Così è tutto troppo facile.

Forse dovremmo insegnare il valore di una morte.

…E chiedimi scusa
per quello che hai rotto
per quanto è costato
e chiedimi, chiedimi e chiedimi scusa,
fottuta sentenza, fottuta ignoranza
e chiedimi, chiedimi …

Informazioni su solindue


3 responses to “Chiedimi scusa

  • Marta

    Ormai sembra difficile persino far capire il valore di un giocattolo che siamo costretti a buttare dopo 2 giorni senza neanche averlo mai preso in considerazione. Figuriamoci di una vita.

  • Luisa

    Ti racconto di Carlinha che dopo il matrimonio voleva un figlio. Quando era all’asilo era stata pestata da un compagnetto, le aveva spaccato un bel po di roba, le era venuta un’emorragia interna.Il medico, anni dopo, le aveva comunicato che non avrebbe potuto aver figli a causa di quell’agressione. Ti racconto della ragazzina che torturava gli uccellini, di quello che prende a calci la maestra, di quello che minaccia il prof col coltello. Se parli coi genitori ti dicono che i loro figli sono buoni, sono solo vivaci e che vanno capiti, passerà. Io non ho figli, non so la fatica di crescerli, ma non voglio accettare che un adulto si deresponsabilizzi al tal punto. Il genitore serve solo a comprare play station? I nostri bimbi come i meninos da rua cresciuti senza una guida? Boh?
    Scusa la logorrea.

  • spaziocorrente

    Forse non dovremmo insegnare con l’inganno ciò che neppure noi conosciamo ma dare solamente l’esempio di quel che di buono riusciamo a fare.
    Sono convinto che nel mondo la maggior parte dei figli sappia dare un futuro alla loro vita; come genitori abbiamo il compito di sostenerli, aiutarli e mettersi in discussione per crescere insieme. Questo non toglie che ci saranno persone che faranno scelte diverse con i risultati che abbiamo visto. Quel che conta è non pensare che possa succedere solo ai figli degli altri.
    Quindi, occhi ed orecchi aperti, con la sensibilità del nostro cuore che suggerisce il percorso da fare!.
    Ciao

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: