Archivi del giorno: 28 luglio 2010

im_Perfezione

La perfezione è lo stato finale quando tutte le cose si adattano al proprio e non vi sono crepe, debolezze o errori, ma pace perfetta.

E’ ciò che si cerca di raggiungere a livello spirituale, in effetti un processo infinito. Non possiamo raggiungere la perfezione, in quanto non vi è alcun limite alla conoscenza, saggezza, comprensione o verità. Con la crescita della mente e dello spirito, la capacità aumenta.

Dunque, se si potesse raggiungere la perfezione, l’evoluzione sarebbe priva di significato.

(Spirit Guide, Silver Birch)

 

La donna Solindue che la vita ha costruito in questi 45 anni è una donna-madre sempre presente, disponibile, efficiente. Di quelle, avvalendomi di una famosa pubblicità: che non devono chiedere MAI!

Per carattere cerco di raggiungere la perfezione in tutto, vorrei essere sempre ben vestita, ben curata e avere una casa in perfetto ordine; una macchina pulita, senza graffi e profumata, ed avere i figli più belli, bravi  e perfetti del mondo (loro in verità lo sono, almeno per me).

Continuamente impegnata con il lavoro, la casa, i viaggi e i molti  passatempi come la vela, sono una donna che alla domanda “Come stai?” risponde ogni volta “Benissimo, grazie!” sfoggiando un sorriso più o meno smagliante e subito dopo richiede “E tu? Dimmi di te! I tuoi? E il lavoro?”. Giusto per distogliere l’attenzione dalla mia persona, affinché neanche una smorfia di stanchezza sul volto possa svelare che dietro quel “benissimo”, in realtà spesso c’è poco da sorridere.

Il che è abbastanza normale, perché nella vita di tutti i giorni i problemi sono sempre in agguato, ma per una come me, con una marcata propensione al perfezionismo, ammettere una qualche debolezza o riconoscere di avere dei problemi, per non parlare di chiedere aiuto, è troppo difficile: ammettere di non farcela è un lusso che non oso concedermi.

Tengo tutte le mie fragilità e imperfezioni ben nascoste dentro una corazza dura e impenetrabile. Al di sopra, svolazzante e colorato, c’è un bel vestitino di seta estivo che mostra quanto sia efficiente, che non ho bisogno di aiuto, che non provo paure e che raramente sono sfiorata da dubbi.

Ma la corazza racchiude un corpo delicato e tenero, che ha un bisogno naturale di cure e attenzioni. Un corpo da coccolare che tengo lontano dagli sguardi, solo per me. Raramente lo espongo e forse solo coloro che hanno avuto, hanno o avranno la  “fortuna” di conoscerlo e scoprirlo, potranno dire di aver conosciuto la donna Solindue perfetta…

… perché, diciamocelo:  per essere perfetti bisogna avere almeno un difetto.

Annunci