Pensieri estremi

  

Non esistono eventi ma pensieri e le difficili svolte del cuore,

nel suo lento imparare ad amare e chi amare.

 Il resto non sono che storie e pettegolezzi per altri momenti.

Annie Dillard, Holy the firm

 

Dedicata alle nostre lunghe chiaccherate telefoniche notturne

Informazioni su solindue


17 responses to “Pensieri estremi

  • arthur

    E se è una dedica… cerco di non far troppo rumore e mi metto in silenzio in un angolino a pensare. Pensieri estremi che mi riportano altrove.

    (‘giorno!)

  • Renée

    Perché frasi così dolci hanno come titolo “pensieri estremi”?

  • solindue

    “Pensieri estremi” perchè finali. Semplici “conclusivi” pensieri di fine giornata.

    Carissima Renée sono una gran_chiaccherona e mi trovo spesso la sera a fare luuuuunghe telefonate con amici. Nel buio della sera i pensieri sono più soffici, e spesso sembra più semplice trovare risposte alle domande anche più intime.
    Ieri sera (oh Cielo era davvero tardi!), ho parlato a lungo con un amico per arrivare alla conclusione di cui sopra: l’importante è cullare il proprio cuore e assecondarlo nel suo imparare ad amare. Il resto: le solite chiacchere dal parrucchiere!

    To Arthur: Il fatto che questo articolo sia dedicato (oh cielo non l’avevo mai fatto?), non significa che non avresti potuto farmi i complimenti per la magnifica fotografia! … e magari raccontarmi quali sono i tuoi “pensieri estremi”… che ti riportano altrove.
    (‘giornata!)

  • arthur

    Oh mannaggia, la fotografia non è magnifica, ma stupenda e mi emoziona vederla, perché rappresenta dei luoghi a me molto cari (come tu sai…), dove al tempo delle cose da fare, c’era la voglia di percorrere emozioni senza neanche domandarsi il perché.

    Non che adesso non ci siano, anzi, ma erano emozioni diverse, correvano come appese su di un filo sottile, un equilibrio instabile, ma proprio per questo eccitante fino all’inverosimile.

    Quante voci, quante risate… se potessero quelle vie raccontare, potrebbero dirne delle belle. Non sempre le stesse voci, ma sempre la stessa voglia di (ri)percorrere sentieri sconosciuti.

    Non perdere tempo ad imparare ad amare, vivilo soltanto e… beh, due chiacchiere una di queste sere potremmo farle anche noi, che dici?🙂

    Scappo che devo andare alla Malpensa… ‘nnagg… !

  • Luce

    Amica carissima,

    anch’io adoro chiacchierare con le persone per me importanti, amici o amori e trovo stupenda la tua dedica. Chiacchierare aiuta a riflettere e a confrontarsi, il confronto porta alla crescita, a qualche ruga sul viso ma a qualche sorriso in più sul cuore.

    A fine giornata arriva la prova dello specchio e il confronto con noi e con lui.

    La nostra anima si arrovella tra pensieri di luce e pensieri di buio e poi un giorno la strada appare davanti a noi in tutta la sua luce.

    Luce magicamente luciosa

    • solindue

      Per un attimo gli ochhi mi hanno fatto uno scherzo ed ho letto: Luce magicamente BA_ciosa.
      Oh Cielo, mi son detta, questa è nuova!
      Poi sono rientrata nelle righe…

      Comunuqe adesso ci provo io: saluto Ba_cioso😛.

      P.s. Sono così brutte a volte le prove nello specchio a fine serata; non sempre ci troviamo con un sorriso in più nel cuore.

  • koalanation

    Pensiero estremo di oggi :

    Un omino piccolo , un pò cicciottello , con la faccia simpatica , gli occhi giganti e il sorriso sincero e ingenuo , oggi , nel tempo di un caffé , mi ha raccontato di come sia stato abbandonato dalla compagna dopo quasi 30 anni di matrimonio; ha dovuto farlo per rispondere al mio ” A.che succede ti vedo spento oggi!” .
    (A.è sempre molto sorridente e racconta un sacco di barzellette … oggi no!)
    A. dopo 3 anni e una firma sulle pratiche del divorzio ama ancora quella donna che le ha portato via anche 3 figlie ; sa e ammette che la amerà per sempre …NONOSTANTE TUTTO!

    Io non chiacchero spesso con gli amici , soprattutto non di notte (sono un Koala , dormo sempre!), soprattutto perché non ne ho molti , ma chiacchero spesso con me ; le storie del giorno diventano riflessioni notturne !

    ps: non so se hai notato l’uso del punto e virgola ( e qualche eccesso di puntini!):-D

    • solindue

      Il tuo sì che è estremo come pensiero!
      L’amore può essere terribimente doloroso quando non è ricambiato.
      Certo è impossibile giudicare la moglie di A. non conoscendo i fatti, Ma nel mio cuore trovo bello sapere che ci sono uomini che sanno amare “nonostante tutto” … come dire … c’è speranza!

      p.s. Ho visto il punto e virgola: sono fiera di te!😆

  • Estragone

    Dolce Sol’, la frase poetica di Annie Dillard mi ha commosso e la tua dedica mi ha suscitato invidia: da più di 24 ore consulto il blog in attesa che il fortunato destinatario si manifesti, ma per ora niente. I casi sono due: o si nasconde abilmente tra coloro che ti hanno già risposto, e allora è un pavido, o ancora non ha trovato il tempo di risponderti, e allora è un insensibile, incapace di apprezzare le delicate sfumature del tuo animo; in entrambi i casi non ti merita: fai bene ad invitare Arthur a telefonarti; anzi, ti prego, inviami il tuo numero e avrai un altro interessante interlocutore notturno, te lo garantisco.

  • arthur

    @ Estragone: come dire che mal comune mezzo gaudio?

    Evvabè… per le telefonate notturne a Sol’, facciamo così: i giorni pari a te e quelli dispari a me, ti va bene?🙂

    ‘giorno a tutta la combriccola e alla padrona di casa per prima, ovviamente.

  • arthur

    Evvabè… oltre alle telefonate notturne. adesso dividiamo anche i ‘cioni?

    ‘nnagg… ‘nnagg… cosa mi tocca fare!🙂

    • solindue

      Chiedo scusa Arthur, hai perfettamente ragione sono stata davvero indelicata.
      Un ‘cione sulla guancia a te e uno sulla fronte a Estragone.
      Oh Cielo…però basta lamentarvi!

  • arthur

    E a proposito di pensieri estremi e di cullare il proprio cuore e assecondarlo nel suo imparare ad amare, mi sono venute in mente delle parole che, secondo me, vogliono dire più o meno la stessa cosa.

    “Fatico ad non ascoltare il cuore”; questa frase, me l’aveva sussurrata una volta una donna, che ho amato visceralmente alla follia, con tutto me stesso, senza ritegno. (oopsss, si può dire?)
    Lei, pur essendo ancora giovane, aveva avuto dalla vita tante delusioni, il padre che l’aveva abbandonata da piccola, quando aveva 11 anni, un matrimonio andato a male, venti anni lei, trenta lui; poi una storia con un uomo sposato, con tante promesse non mantenute, lei bellissima, dolcissima, tenera al punto da sentirsi male solo a guardarla, eppure, aveva ancora il “coraggio”, di credere nell’amore, come se la voglia di lasciarsi andare fosse più forte di tutte quelle delusioni.
    E allora, parlandomi, diceva che faticava a non ascoltare il cuore, perchè era con tutto “quel” cuore che voleva ricominciare ad amare.

    E d’altronde, non si può vivere l’amore se non ti entra nelle ossa, se non ti contorce le viscere, se non ti fa essere oggi felice di esistere e domani solo, come se fossi abbandonato al tuo destino.

    Non può esistere se, l’uno non diventa l’altro, è come quando, seduto su di una poltrona, lei ti si accovaccia addosso e, l’abbracci e ti abbraccia, cercando d’essere tutt’uno e lei ti dice che vuol diventare piccola piccola, per entrarti dentro, per stare sempre con te e, ti stringe forte, fino quasi a farsi male.

    Pensiero estremo.

    ‘sera!

    • solindue

      Un pensiero estremo assai doloroso, Arthur.

      Il modo di amare che tu descrivi mi è ben presente. Il voler respirare l’altro in ogni istante, il sentire l’altro scorrerti dentro il sangue e sprofondare di passione in quella poltrona e sparirgli dentro. Niente di più doloroso, specialmente se l’altro ti ama con la testa e non vuole essere respirato!
      Ma noi siam qui a donare sangue, noi uomini e donne che andiamo di pancia che ci lanciamo in picchiata per quell’amore che riteniamo tutto.
      Forse sarebbe anche possibile NON ascoltare il cuore, ma sarebbe NON vivere, sarebbe un negare se stessi.
      Anche questa volta preferisco un salto nel vuoto, di quelli senza rete. So bene che ne uscirò con il cuore graffiato a sangue … Dici di aver amato una donna senza ritegno, alla follia? Conosci anche tu dunque la strada.

      Pensiero estremo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: