Il Paradiso è…

Solindue's property

Un giorno l’Allievo chiese al proprio Maestro:

“Maestro, ma esiste il Paradiso su questa terra?”

“Ma certo che esiste.” rispose il Maestro.

“Maestro, ma esiste anche l’Inferno, su questa Terra?”

“Ma certo mio caro che esiste anche l’Inferno.”

“Scusa ancora Maestro, ma quali sono le persone che vivono nell’Inferno?”

“Tutti coloro che non si sono accorti che questo è il Paradiso”. **

Alla Vigilia di queste settimane di festa vorrei dedicare questo dialogo a tutta la mestizia e scontentezza che continuo a riscontrare fra le pagine dei giornali, quando la sera accendo la televisione e anche in molti dei vostri birbantissimi blog.

Il dialogo è lineare e rappresenta molto bene il mio pensiero personale. Se vogliamo, qui su questa terra, possiamo trovare il nostro piccolo Paradiso personale .  

 Un caffè al mattino,  tostato male, ma preso guardando negli occhi un amico, è il Paradiso.

Dieci minuti dopo pranzo seduta in poltrona con le pagine del mio libro preferito, è il Paradiso.

Vedere che il tanto sospirato golfino rosso è arrivato finalmente in vetrina scontato, è il Paradiso.

Potersi soffermare a guardare un  prato bianco di brina al mattino, è il Paradiso.

Offrire un cappuccino caldo ad Alì, il mio amico del Senegal, è il Paradiso.

Dipingere di azzurro la porta di cucina, è il Paradiso.

Il beep del tuo sms che mi da il bacio della buonanotte, è il Paradiso.

Riscoprire la gioia della  libertà dopo che tu mi hai lasciato, è il Paradiso.

Trovare subito  le chiavi della macchina nella borsa al mattino, è il Paradiso.

Lo spi che si gonfia stagliandosi colorato nel cielo, è il Paradiso.

La barretta di cioccolato fondente che ho appena finito…quella sì che mi ha fatto stare in Paradiso!

**(Ricordo di aver letto un dialogo simile in un racconto di Borges, non ricordo quale e chiedo scusa. Suvvia ogni tanto concedetemi una mezza citazione!!)

Informazioni su solindue


28 responses to “Il Paradiso è…

  • Paolo

    quando torno a casa e i miei figli mi sorridono e mi corrono incontro… questo è un anticipo del Paradiso.
    Il Paradiso, cioè la felicità piena, l’avremo solo quando incontreremo “LA FELICITA” in persona ma, hai ragione tu, qui, oggi, se vogliamo abbiamo 1000 motivi per qualche anticipazione. Non ricordo chi ha detto: se possiamo essere così felici in terra, cosa sarà mai il Paradiso?
    Grazie per il tuo ottimismo (l’Italia ne ha Bisogno…)

  • arthur

    Ma paradiso è anche sedersi e in silenzio ascoltare le parole degli altri, perché hanno sempre tante cose da dire che, per mille motivi, non riescono a dire, perché è prepotente il bisogno che proviamo di parlare di noi, soltanto di noi.

    Bellissima la foto, bello il tuo articolo, che come sempre, ci invita a riflettere e… quanto ne abbiamo bisogno!!!

  • Lorena

    Carissima SOLINDUE,
    sono sempre aperta a qualunque dialogo anche quando tocca la mia intimità e il mio personale pensiero.
    Da tempo mi sono data delle risposte sul PARADISO e sull’INFERNO.
    Come ti ho descritto nei precedenti post di INFERNO ne ho avuto abbastanza per il resto della mia vita e non credo, assolutamente, che ce ne possa essere di peggiore in un “aldilà”.
    PARADISO lo è ogni giorno che apro gli occhi sul mondo.
    PARADISO lo è ogni volta che posso amare abbracciare, baciare, ridere.
    PARADISO lo è ogni volta che parlo con mia figlia.
    PARADISO lo è un gesto, un pensiero, due parole, un sorriso che offro ad uno sconosciuto.
    PARADISO è aver dato lunedì scorso alle mie amiche alla ripresa della palestra dei piccolissimi pensieri e vedere la gioia nei loro occhi.
    PARADISO è ogni mattina con la mia bicicletta attraversare la città per venire qua all’ottavo piano di questa torre di vetro dove lavoro. E trovare fuori dalle vetrate una giornata lucente solare dal cielo azzurro.
    PARADISO è poter andare stasera al paladozza a vedere il concerto dei Deep Purple.
    PARADISO è poter nella piena consapevolezza della mia età, della mia maturità di godere e gioire del mio tempo e della mia libertà nel migliore dei modi da dedicare a chi mi circonda.
    PARADISO è quando in piena notte non ho più voglia di dormire e mi metto a fare una torta o un ottimo cioccolato caldo (che mi viene buono più di quello del bar)…
    PARADISO è tutto ciò che nella quotidianità ora dopo ora, attimo dopo attimo mi regala gioia, tripudio, energia, e voglia di vivere….
    Un abbraccio ed un bacio. Lorena.:-)) ed ovviamente a prestissimo.

  • solindue

    Vedere che Lorena è tornata dal suo personale Inferno più forte e attiva che mai, è il Paradiso.
    Sapere che Arthur è sempre pronto ad ascoltare le mie debolezze, è il Paradiso.
    Percepire il sussurrato credo e le aspettative di Paolo, è il Paradiso.

  • Ermanno

    Paradiso è accorgersi che non si è perso troppo tempo, standosene seduti a guardare il mare…

    Sai una cosa, Signora Solindue, mi capita alle volte, magari seduto al ristorante, di guardare le persone e chiedermi cosa passa nelle loro teste, gli amori, gli affetti che hanno, i problemi risolti o da risolvere, mi chiedo se sono felici oppure no, ma mi chiedo anche cos’è che serve loro per accorgersi che li sto guardando, e sì, perché il mio interesse nei loro confronti, non è del tutto disinteressato, come puoi vedere, (scusa il gioco di parole…), credo che sia più facile per loro scacciare una mosca fastidiosa, che guardarsi in giro per chiedersi cosa c’è che non va… quante volte mi sento dire, non ho tempo, quante volte sento urlare inutilmente, quante volte mi accorgo d’essere tra sordi e anche tra ciechi, quante volte leggo di lacrime e di dolore, anche dove non dovrebbe esserci, quante volte vorrei essere io il cieco e anche il sordo, per non vedere e non sentire l’ipocrisia che mi circonda, la cattiveria rivestita da buone maniere, le false ideologie che mirano solo all’interesse personale, a questo clima di odio e di terrore che rischia di entrare dentro gli animi, cambiandone i connotati…

    Paradiso sarebbe accorgersi che la vita è una sola e che è un peccato sciuparla per così poco…

    Paradiso è accorgersi che non si è perso troppo tempo, standosene seduti a guardare il mare…

    Paradiso è dirsi, con il sorriso sulle labbra, buona serata!

  • BABBO NATALE

    http://www.gravatar.com/blavatar/7ec1f086f01452d23c8bebc878b6683b?s=128&d=https://s-ssl.wordpress.com/i/void.gif&1260990656
    Ohibò! Il paradiso è arrivare al 25 mattina…. esser passato attraverso i vostri camini e aver mantenuto…. il cappello sulla testa oh oh oh per tutto il tempo!
    p.s. Solindue quando mi rendi il mio cellulare?

    • solindue

      Oh Cielo Papà Noel! il tuo cellulare è qui! Me lo ha inviato Franz, lo avevi lasciato sul suo taxi l’altro giorno quando eri andato all’ Ikea….come facciamo? Lo riprendi il 25?

  • solindue

    Accorgersi che esiste un Ermanno diverso da quello che pensavamo, è il Paradiso.
    Scoprire che Ermanno vede e sente con il cuore, è un magnifico Paradiso.
    Augurare buona serata a tutti, con il sorriso sulle labbra è il mio Paradiso questa sera.

  • Luciano Marcelli

    Pace in terra agli uomini di buona volontà.

    Questo è un impegno già abbastanza grande per il quale non basta una vita.

    Non un impegno esclusivamente per la propria pace; ossia, innanzitutto per la propria, perché se non sono accettabilmente sano sarò in difficoltà nell’assistere gli ammalati, se non sono accettabilmente libero le mie catene mi ostacoleranno nel soccorrere gli altri prigionieri, se non sono accettabilmente in pace disturberò chi la pace va cercando.

    Immediatamente dopo, un impegno per la pace altrui: ci sono mille modi e non basta una vita.

    Gli uomini di buona volontà non sono soltanto i credenti nel cristianesimo, come vorrebbero talune interpretazioni capziose, faziose e bulliste.

    Io non credo in alcun dio e specialmente non professo alcuna religione, ma mi guardo spesso e mi dico: “Quello che hai fatto fin qua non basta, Luciano; quello che hai fatto fin qua è nulla. Con un briciolo di volontà in più potresti dare meglio il tuo insignificante contributo; il quale rimane comunque insignificante in sé”.

    “Attenzione!” mi dico anche: “non identificarti con il contributo che puoi dare; non pensare che il tuo contributo sia importante; fai la tua parte e tira avanti. Fai di più e poi tira avanti”. Ma sono un vagabondo e fin qua ho fatto ben poco.

    Allora, la ricerca della mia pace, che probabilmente è la ricerca di quel paradiso in terra del quale si parla qua, passa attraverso il mio risibile fare quotidiano. E mi sento manchevole.

    Anch’io godo di momenti di pace personale, come tutti noi privilegiati del pianeta; nelle giornate migliori sento che mi avvicino, per alcuni beati minuti, all’estasi. Con il passare degli anni alcuni motivi di gioia sono rimasti gli stessi, mentre altri sono cambiati, caduti, aggiuntisi.

    Proprio adesso sto facendo cose nuove e me ne sto proponendo delle altre, ancora più nuove, per me, e che forse potranno rivelarsi di qualche concreta utilità per altri. Ho già fissato, ho già stabilito e farò: è soltanto una questione di tempi tecnici.
    E comincio già a sentirmi un briciolo di più in pace. Un tantino più in pace, cone me e con questo mondo.

  • Barabba Marlin

    ***forse il libro di Borges che ricordavi è “La rosa di paracelso”: “Credi che la divinità possa creare un luogo che non è il Paradiso? Credi che la Caduta sia qualcosa di diverso dal non sapere che siamo in Paradiso?”. ****Beninteso, l’ho cercato sul web, non lo sapevo a memoria. *****Ciao. B.M.

    • solindue

      Oh Cielo! Addirittura Barabba in Paradiso…ci sarebbe da scriverci su un articolo!
      Benvenuto fra le mie pagine, ma che dico benvenuto: EVVIVA!
      Acciderbolina, sì, era La rosa di Paracelso.
      Nel frattempo, mi era venuta in mente un’altra “dritta” che infine ho trovato ve la cito, questa volta per davvero.
      “In un bel racconto di Borges, all’allievo che gli chiede se esite il paradiso, il maestro Paracelso risponde dicendosi convinto che il Paradiso esiste: ed è questa nostra Terra. Ma esiste anche l’Inferno: e consiste nel non accorgersi che vivviamo in un paradiso.”
      Questo è il finale del libro Ozio Creativo di Domenico De Masi. Libro che consiglio caldamente (a maggior ragione visto il freddo di questi giorni) per i vostri regali sotto l’Albero.
      Grazie Barabba, sei stato prezioso… ancora zucchero filato?

  • Franz

    Non so se tutto questo ricco campionario di esempi, tuo e dei tuoi ospiti, siano davvero il paradiso.
    Anzi, ti dirò che non mi sento di considerarlo tale, perché, per quanto tutti attinenti alla dimensione della gioia, a differenza del paradiso conoscono il limite proprio della condizione umana, la fugacità.
    Però è vero che sono tutti validi motivi per credere, nonostante tutto, nella vita, senza lasciarsi distrarre o spaventare troppo dalle inutili ansie e afflizioni, quelle che spesso ci creiamo da soli, ma anche quelle che ci riserva il cammino.

    Babbo Natale forse vuole insegnarci questo, come suo miglior regalo.
    (Anche se, a dir la verità, ho visto recentemente un po’ in ansia anche lui, per colpa di un piccolo oggetto smarrito…).😀

    Auguri di pace !
    Franz

    • BABBO NATALE

      http://www.gravatar.com/blavatar/7ec1f086f01452d23c8bebc878b6683b?s=128&d=https://s-ssl.wordpress.com/i/void.gif&1260990656
      Ohibò Franz, te l’avevo detto che questa ragazza è sempre scollegata!!😆
      Acciderbolina ma lo sai che mi son dovuto comprare un telefono nuovo…quel viaggetto all’ikea mi è costato un mucchio di monetine sonanti!

  • arthur

    E, senza voler mischiare il sacro con il profano… Su una tavola imbandita di specialità Siciliane, dalla pasta con le sarde, alle braciolette di pesce spada, non può mancare un vino creato con selezionatissime uve delle alte colline di Salemi, un nobile bianco Siciliano che fermenta in legno di quercia e lì si evolve sino a primavera: Bianca di Valguarnera.

    Da bere esclusivamente in un calice tondeggiante, capiente a stelo lungo, ha un bel colore giallo dorato con riflessi verdognoli, un profumo intenso, ricco di sensazioni tipiche di frutti maturi impreziosite da sentori di vaniglia e frutta secca, dovuti all’evoluzione in legno, sapore armonico elegante e particolarmente persistente…. anche questo è paradiso…😉

  • Elle

    Non ho ricordi di Borges attinenti al paradiso, quindi non posso esserti d’aiuto nel ricostruire la mezza citazione, però questo tuo Paradiso mi ha riportato alla mente un pezzo famosissimo dei Pink Floyd, Wish you were here, che tradotto suona più o meno così:
    Allora, pensi di saper distinguere il paradiso dall’inferno?
    i cieli azzurri dal dolore?
    sai distinguere un campo verde da una fredda rotaia d’acciaio?
    un sorriso da un pretesto?
    pensi di saperli distinguere?

    Paradiso e inferno sono stati d’animo, stati dell’anima che si alternano e si rincorrono, si mescolano, ché non esiste l’uno senza l’altro.
    Non è facile distinguerli, tanto meno definirli. Però mi piace come hai provato a delinearlo tu in questo post, accostando immagini concrete e semplici, di tutti, per tutti.
    E questo mi riporta alla canzone, ché in effetti forse è proprio così, il paradiso è ovunque ed alla portata di tutti, basta saperlo riconoscere, distinguere.

  • arthur (in incognita vista l'ora... ;) )

    Beh, se proprio insisti, il Pandoro…🙂

    ‘giorno… in paradiso!!!

  • arthur

    @ Elle: che bello ritrovare anche te tra queste pagine…😉
    Condivido e sottoscrivo ciò che hai detto, il paradiso è alla portata di tutti, basta saperlo riconoscere e il mio paradiso di oggi è: buongiorno al nuovo giorno e buongiorno a tutti voi!

    • solindue

      https://i1.wp.com/solindue.wordpress.com/files/2009/12/neve-18-12-09.jpg

      To Elle e Arthur.
      proprio vero le cose più semplici sono il Paradiso
      La neve che fiocca leggera il venerdì sera, è il Paradiso.
      Augurarvi un caldo bianco fine settimana, è il Paradiso

  • andrea

    Il Paradiso è capire quello che si legge.

  • kate

    Secondo me il Paradiso è il sorriso di un bambino, la vicinanza di un amico che ti tiene per non lasciarti cadere o che ti dice “io ci sono”, il Paradiso è uno raggio di sole sul muro la domenica mattina, una buona colazione, una bella canzone, un bel libro, il Paradiso è credere che possa esistere Babbo Natale, o che il mondo non è poi così tragico come lo si vede…il paradiso è qui!
    Un bacio kate

  • Fra Puccino

    Mi piace la tua lista di piccoli momenti di Paradiso, hai proprio ragione, ci sono tanti momenti di Paradiso nella nostra quotidianità.

    Ma ci sono anche i piccoli momenti d’Inferno, soprattutto, se di questi tempi, prendi il treno🙂

  • solindue

    Leggere il termometro che segna 1,5 gradi, è il Paradiso…nella speranza che piova e si sciolga il ghiaccio sulla strada di casa.

  • arthur

    Beato è il tuo termometro che segna 1,5, il mio si è fermato -3 e tutto fa pensare al peggio.

    Il clima tropicale… quello sì che sarebbe il paradiso!!!😉

  • Ermanno

    Cara Signora Solindue, da quel che leggo, mi sembra di capire che sia un po’ in difficoltà con il ghiaccio, mi sbaglio?

    Mi dispiace profondamente di non abitare dalle sue parti, altrimenti sarei venuto a spalarle la neve, a metterle il sale ed essendo un esperto guidatore sulle strade innevate, (sono nato in alta montagna) avrei potuto portarla in città per non farle perdere ore preziose di lavoro.

    E visto che si parla di Paradiso, la neve che cade a fiocchi grossi e soffici sarebbe il Paradiso. (Oh, mi scusi, forse non dovevo dirlo, comunque farò in modo che dalle sue parti non nevichi. )

    Buona giornata.

    ps: sono passato da Koala e ho letto che partiva per un lungo viaggio.

  • solindue

    Ermanno mon amour!
    La neve che cade se vista con gli occhi di un bambino è senza dubbio il Paradiso.
    La temperatura che scende sotto zero e fa gelare tutta la neve sulle strade lo è un po’ meno.
    Ma davvero non vorrei lamentarmi troppo di questi disagi. Posso permettermi calzettoni di lana caldi, un bel piumino e il riscaldamento in casa.
    Un mio caldo abbraccio…che spero sia per tutti voi il Paradiso!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: