Archivi del giorno: 4 novembre 2009

Piaceri

Ben arrivato. Accendi tu la musica?

 

 

Questa sera sono alla ricerca di un piacere speciale.

Qualcosa che abbia l’effetto coccole. No, niente scollature inattese, quelle che catalizzano gli sguardi solo lì.  Qualcosa di diverso, ci vorrebbe qualcosa studiato apposta per l’occasione. Una serata non superficiale, nè troppo sofisticata.

Deve essere l’emozione che porta a scegliere i componenti di una serata.

L’ambiente. Un angolo esclusivo. Candele profumate e petali di fiori? No, non vorrei banalizzare l’incontro. Tutto troppo già vissuto. Ci vuole qualcosa che sia come un abbraccio per la mente. Qualcosa che possa sbriciolare ogni limite, che possa far prendere corpo alle allucinazioni. Qualcosa di multisensoriale. Tovaglia di lino, leggermente ruvida al tocco. Teneramente azzurra certamente, come gli abissi in cui ci nascondiamo.

Profumi. La scelta ricade su essenze rilassanti, leggere ma avvolgenti. Vapori di passato, che comunque stordiscono come ricordi di lontani viaggi in oriente.

Luci. Mille luci spente. Basterà una scintilla: rivelatrice di mille segreti e misteri.

Poesie.
(…) Nuvole… Sono come me un passaggio figurato tra cielo e terra, in balìa di un impulso invisibile, temporalesche o silenziose, che rallegrano per la bianchezza o rattristano per l’oscurità, finzioni dell’intervallo e del discammino, lontane dal rumore della terra, lontane dal silenzio del cielo,
Nuvole… Continuano a passare, continuano ancora a passare, passeranno sempre continuamente, in una sfilza discontinua di matasse opache, come il prolungamento diffuso di un falso cielo disfatto.

E infine lei l’ingrediente pricipale, l’unico. Fesca e nutriente. Cremosa al punto da riuscire a riscaldare la pelle. Lei da assaporare con gli occhi e con indomabile entusiasmo.
Candida panna.

Accendi tu la nostra musica?

Annunci