A proposito di…

Solindue's property

Solindue's property

A proposito dell’Antologia del portiere….

http://ilmondodiarthur.wordpress.com/antologia-del-portiere/

Sono riuscita a contattare Giovanni in Romania (il figlio di Mario, il mio portiere).

La mia idea era quella di avere anche la sua versione della vita da “staniero” in Italia. Avrei voluto che anche lui come i suoi genitori scrivesse di sè. La cosa è diventata un briciolo complicata:  il giovanotto in questione sembra avere diverse pretese. Comunque dovremmo aver trovato a questo punto un accordo.

Il ragazzo, Giovanni, dovrebbe inviarmi qualcosa via mail  domani.  Vedrò di pubblicarla, non appena la ricevo, qui su questo blog e poi se Arthur è daccordo la inseriremo nell’Antologia del Portiere.

Spero apprezzerete i miei sforzi di regalarvi tutto “il film”.

A domani.

Informazioni su solindue


9 responses to “A proposito di…

  • arthur

    E noi lo “leggeremo” tutto d’un fiato questo film, quindi sforzi apprezzatti, anzi, come direbbe Arthur, dippiù, dippiù…😆

    A domani e nel frattempo, buona serata.

  • riccardo uccheddu

    Trovo molto interessante questa duplice narrazione, una narrazione tutta giocata quindi tra te ed Arthur.
    Seguire la vicenda di una famiglia di immigrati (non dimentichiamo che per tanto tempo lo siamo stati anche noi italiani) non tralasciando, se ho capito bene, un tocco diremmo di romanzesco…
    In questo modo, si crea una compenetrazione tra l'”io” di ciascuno di voi e quello, reale, della famiglia (Mario e Sandrina soprattutto).
    Ti ringrazio per l’offerta d’entrare nel team, Solindue, ma davvero siete molto bravi entrambi…
    Ma come si dice, mai dire mai…
    Buona giornata!

  • solindue

    Buongiorno Riccardo,
    ma così faccio il viso rosso, un “brava” detto da te…
    Comunque grazie, sto aspettando davvero che Giovanni mi scriva, lo ha promesso, solo che si sa i ragazzi…speriamo che non ci lasci a bocca asciutta, dopo tanta attesa!
    A presto e ma sì dai, abbiamo ancora la speranza di ricevere il tuo contributo, vero?😉

  • arthur

    Grazie Riccardo ( ti ho letto tante volte da nostri comuni amici ed anche nel tuo blog…), ma nel caso non c’è una scadenza fissa per partecipare a questa narrazione, anche perchè la pagina “Antologia del Portiere”, è lì a disposizione di chiunque volesse dare il suo contributo e quindi, proprio perchè mi trovi d’accordo nel non dire mai dire mai…

    Scusa Solindue se mi sono permesso di intervenire, ma Riccardo, anche se nessuno di noi due ha mai scritto nel blog dell’uno e dell’altro (almeno mi pare…), è una mia vecchia conoscenza.

    ‘giorno…😉

  • solindue

    ‘giorno Arthur, il mio Blog è il tuo Blog, vuoi del caffè?

  • arthur

    Beh, magari un caffettino lo bevo, anche se forse ci starebbe meglio una tisana antinfluenzale (non ti bacio perché non vorrei infettarti…🙂 ), sai di quelle che si trovano sulle bancarelle dei mercatini dell’antiquariato, che poi non si capisce bene come mai vendono insieme alla lampada liberty dei primi del novecento, la tintura madre di propoli, che, ne converrai, non c’azzecca per niente e a questo proposito, mi viene in mente che negli anni trenta, nelle sale del caffè del Corso, frequentato da donne e uomini famosi, c’era sempre un omino che amava giocare a bimbo legge bimbo gioca, un giochino di società dell’epoca, dove qualcuno s’inventava una storia e l’altro la ripeteva pari pari, evvabè, magari pari pari non proprio, perché altrimenti avrebbe dovuto parlare di come si fanno i tortellini, di che umore era don Michelino, il prete della contrada Filibustieri, che una volta si e una pure, andava all’osteria della Giorgiona a bere un calice perché diceva che il vino che c’aveva in parrocchia era sempre troppo annacquato, perché Camillo, il suo stalliere… no, aspetta, mi sto confondendo… Armando, il suo segretario… mannaggia… Benedetto, detto anche Etto, nel senso che era un po’ cicciotto, il suo sacrestano, beveva a canna il vino e poi lo allungava con l’acqua e lui non se ne era mai accorto, ma lo aveva scoperto solo quando un bel giorno gli avevano portato il vino nuovo e… mannagg… ma poi cosa c’entra con il tuo caffè?

    ‘pranzo!

    Ps: il tuo blog è mio? ‘nnagg… grazie!

  • solindue

    Oh Cielo!!! Non mi dire che anche tu ti sei preso un pokemòn, come dice il mio bambino e ti gocciola il nasino!! Ma non ti preoccupeare io sono fortissima a cacciare i pokemòn, pensa che ieri sera ho incontrato un Jigglypuff seduto sul divano, anzi no era una poltrona ma di quelle grandi che sembra un divano da una piazza e mezzo, sai come i letti … quelli bastardi che non sono nè da uno nè da due e quando ci dormi da solo sono troppo grandi e se ci dormi in due poi stai tutto appiccicato, che se è inverno va anche bene, ma se è estate poi fa caldo… ecco dicevo era lì che rotolava per catturare l’attenzione grazie a quegli enormi occhioni tondi, che se lo guardi troppo intenso poi ti fa addormentare con una dolce ninnananna. Ma non mi son fatta mica imbambolare io sono la più grande cacciatrice di pokemòn e lo so bene che lui si voleva evolvere da Igglybuff e poi quando la sua felicità fosse stata ancora più grande avrebbe usato la Pietralunare, sono furba sai io…facciamo due tisane?🙂

    ps: perchè il tuo blog non è il mio Blog?

  • arthur

    Oh, perbacco, non te l’ho detto?😳

    Il mio blog è come il tuo… oh pardon… il mio blog è anche il tuo…😉

    Così vameglio?🙂

  • solindue

    Meglio, molto meglio
    Dormirò felice😉

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: