Imparzialmente MORTE

Solindue's property

Solindue's property

Uomo,

(…) Abituati a pensare che la morte non costituisce nulla per noi, dal momento che il godere e il soffrire sono entrambi nel sentire, e la morte altro non è che la sua assenza. L’esatta coscienza che la morte non significa nulla per noi rende godibile la mortalità della vita, senza l’inganno del tempo infinito che è indotto dal desiderio dell’immortalità.

Non esiste nulla di terribile nella vita per chi davvero sappia che nulla c’è da temere nel non vivere più. Perciò è sciocco chi sostiene di aver paura della morte, non tanto perché il suo arrivo lo farà soffrire, ma in quanto l’affligge la sua continua attesa. Ciò che una volta presente non ci turba, stoltamente atteso ci fa impazzire. La morte, il più atroce dunque di tutti i mali, non esiste per noi. Quando noi viviamo la morte non c’è, quando c’è lei non ci siamo noi. Non è nulla né per i vivi né per i morti. Per i vivi non c’è, i morti non sono più. Invece la gente ora fugge la morte come il peggior male, ora la invoca come requie ai mali che vive.

Il vero saggio, come non gli dispiace vivere, così non teme di non vivere più. La vita per lui non è un male, né è un male il non vivere. Ma come dei cibi sceglie i migliori, non la quantità, così non il tempo più lungo si gode, ma il più dolce. Chi ammonisce poi il giovane a vivere bene e il vecchio a ben morire è stolto non solo per la dolcezza che c’è sempre nella vita, anche da vecchi, ma perché una sola è la meditazione di una vita bella e di una bella morte (…)

 

Tranquilli nessuna dissertazione filosofica sulla morte. Solo qualche pensiero su quanta strada ha fatto l’uomo, e come – forse – amiamo complicarci la vita.

Correva l’anno (circa) 341 a.c. 

Stiamo parlando cioè  di circa 2350 anni fa’. Dottrine semplici e immediate. Il filosofo di allora ci  riferisce che il problema non è morire ma la paura della morte. La paura è l’impulso che ci impedisce di raggiungere la serenità/felicità interiore. L’attesa dell’evento in quanto tale.

Se la morte venisse percepita dall’uomo come semplice assenza di sensazioni…il problema sarebbe risolto. La morte è in fondo semplice perdita di sensibilità.

Easy: quando ci siamo noi, siamo vivi dunque non c’è morte. Quando c’è la morte non ci siamo più noi. Perchè temerla. Suvvia ragazzi siamo fatti solo di ciccia!

Ma davvero solo siamo solo atomi? Ops! Niente anima? Coscienza? E il nostro Inconscio?

Il  nostro vero problema dunque è un male dell’anima, prodotto dai pensieri sbagliati? E che pensieri sbagliati, ragazzi! Desiderio di immortalità? Bramosia di sopravvivere ai posteri? Disillusione e  mancanza di significato della nostra vita?

Cielo! Mi dimenticavo lo Spirito, l’uomo è immortale nell’anima. Noi siamo un Io-Corpo-Anima-Spirito.

L’uomo dunque non è per natura immortale nel senso di infinito, eterno, tuttavia è fatto ” a immagine” di Dio e dunque  a immagine della eternità di Dio

Ho promesso: nessuna dissertazione filosofica sulla morte, nessuna disquisizione sulla presenza o meno di un Dio in questo Cielo.

Perplessa, convivo sola e felice con la mia paura.

 

p.s. 2216 anni dopo un elegante signore svizzero avrebbe sorriso pensando “quando nessuno domanda, non occorre che qualcuno risponda”.

 Il testo è tratto dalla famosa Lettera sulla felicità di Epicuro a Meneceo.  Avrei forse dovuto titolare il blog “Imparzialmente felicità”… ma sono convinta che la  parola morte attragga  l’attenzione più di felicità.  <<sic!>>

Dimenticavo: l’elegante signore svizzero è  Jung.

Informazioni su solindue


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: